BERLUSCONI CONDANNATO. AH.

La sentenza conferma la condanna, ma rinvia all’appello per la ‘rideterminazione delle pene accessorie’, ovvero l’interdizione: ergo, Berlusconi potrà tranquillamente continuare  a fare politica, senza alcun problema…  quanto alla condanna, in galera non ci andrà, vista l’età; sconterà probabilmente ai domiciliari, in una delle sue ampie e lussuose ville, con tutti i comfort…  Questo era ciò che ci è stato ‘spacciato’ come il Giorno del Giudizio. Ribadisco: ci prendono per scemi, o forse siamo scemi davvero.

4 anni, tre condonati con l’indulto: ergo, un annetto di ‘vacanza forzata’ in villa; certo, è condannato, ma potrà ricominciare come e più di prima a recitare la parte della vittima del ‘complotto della magistratura’….

14 responses to this post.

  1. Posted by scatenolamente on 1 agosto 2013 at 17:58

    ahhhh poveri noi TUTTI ! Fanc**** ITALIA

    Rispondi

  2. 23/feb/2012 – La Legge 17 febbraio 2012 n. 10, convertendo il decreto legge 212/2011 (cd. pacchetto Severino); “….Sulla incandidabilità dei condannati ci sarà “un’immediata applicazione della delega per utilizzarla prima delle elezioni”.
    Sapevi per esempio che molti carcerati che potrebbero usufruire dei domiciliari restnao in carcere xchè ‘senza tetto’?
    Che ormai sia conclamato che noi (purtroppo noi) viviamo nel paese dei balocchi o dei balordi, o ce ne andiamo o ce ne facciamo una ragione, rimanendo integri per quel che ci compete.

    sherarrabbiatamaneppurestupita

    Rispondi

    • @Shera: la questione, al netto delle leggi, è semplice: Berlusconi, dai ‘servizi sociali’ o da casa sua, continuerà a ‘dirigere’ Forza Italia, e se non sarà lui, sarà qualcuno che a lui farà rapporto: tra l’altro il panorama politico italiano vede già vari protagonisti fare politica e incidere sui loro partiti senza sedere in Parlamento: a parte i soliti Grillo e Casaleggio, potrei citare gente come D’Alema o Veltroni, per non parlare di Renzi… Certo, mi dirai che sono situazioni molto diverse, ed è vero, ma in fondo il risultato è uguale: tutta gente che non siede in Parlamento, ma che dal di fuori fa politica eccome… quindi, a mio modo di vedere, non è cambiato granché: Berlusconi continua sempre ad avere un peso politico determinante, e come si è visto, ha impiegato solo qualche ora a rilanciarsi come ‘martire del complotto giustizialista’, e a cogliere al balzo l’occasione per promuovere la nuova Forza Italia; ha trasformato una condanna in un’occasione di spot politico: in questo, bisogna dargliene atto, è un genio.

      Rispondi

      • Un genio condannato e riconosciuto colpevole fino al terzo grado di giudizio. Continuierà ad essere il burattinaio? ma noi questo lo si sapeva a prescindere. In nome del bene degli italiani, gli italiani stanno ingoiando di tutto. E tuttavia non vedo soluzione, questo è.
        sheramachecaldofa

  3. Prima di tutto il calcolo del’interdizione dai pubblici uffici (che è certa e che andrà da 1 a 3 anni) sarà effettutato nel giro di qualche mese. A parte questo, concordo con Shera che ti ricorda la legge Severino. Una condanna definitiva ha una portata straordinaria. Dimostra che l’Italia è ancora uno Stato di Diritto. Berlusconi sarà costretto ai domiciliari e decadrà da senatore. Non mi sembrano cosucce di poco conto. Per il resto è evidente che non si ritirerà a vita privata, occupandosi soltanto di raccontare favole ai propri nipotini. Ma visto che un ultrasettantenne non può andare in carcere, cosa volevi? Che lo fucilassero? La sua carriera politica finirà davvero quando buona parte del popolo bovino che lo ha sempre votato in questi 20 anni smetterà di farlo.

    Rispondi

    • @Rear: secondo me sei un pò troppo ottimista: in Italia c’era un problema col diritto prima della sentenza e ci sarà anche dopo, e sta nel fatto che mentre a persone come Berlusconi, per ragion idi soldi e di potere è permesso di tirarla per le lunghe, le carceri sono strapiene di gente in attesa di giudizio, messa in carcere senza manco un processo, solo perché non ha le stesse possibilità. Quanto a Berlusconi, ok, tutto vero, ma ho l’impressione che se ci si aspettava che questa sentenza mettesse fine alla sua carriera politica, si erano fatti male i conti: già si sta ripresentando come un martire… Di certo non lo volevo fucilato: dirò una banalità, ma il problema è che a questo punto non ci si doveva proprio arrivare e che doveva arrivare a giudizio molto prima: adesso di parla di riforma della giustizia: speriamo che la Giustizia venga riformata e che altre leggi vengano adottate, per fare in modo che in Italia non si ripeta mai più un caso come quello di Berlusconi…

      Rispondi

  4. Posted by fulvio on 3 agosto 2013 at 02:17

    Come ho già scritto,l’anomalia politica non è Lui, chè in definitiva è un imprenditore truffaldino che fa i suoi interessi,ma i 10 milioni di italioti che lo votano.

    Rispondi

  5. Certamente questa sentenza non metterà fine alla sua carriera politica, ma è comunque un bel segnale. Berlusconi l’ha si tirata per le lunghe grazie al suo enorme potere, ma neppure lui è riuscito a farla franca. Detto questo, sono d’accordo con la tua risposta.

    Rispondi

  6. un attimo: non è corretto che con la rimodulazione -eventuale- dell’interdizione “potrà continuare a fare politica”.
    intanto, se ai domiciliari, non potrà ricever visite.
    eppoi, un anno di interdizione significa saltare almeno una legislatura….

    Rispondi

    • @Red: da questo punto di vista hai ragione tu; tuttavia telefono, Internet, skype ormai costituiscono utili sostituti alle relazioni ‘di persona’: non so come si ponga la normativa nei confronti delle nuove tecnologie… saltare una legislatura? Forse, del resto nemmeno Grillo, Casaleggio, Renzi, D’Alema o Veltroni stanno in Parlamento, ma continuano a fare politica eccome: poi è chiaro che ognuno ha la sua specificità e fa caso a sé…

      Rispondi

      • boh, io tutta questa influenza di D’Alema e Veltroni non la vedo….

      • non lo so: forse non hanno il ‘peso’ di qualche anno fa, ma secondo me restano punti di riferimento di un certo rilievo… il congresso credo servirà a capire quanto ancora contino…

  7. Posted by luigi on 5 agosto 2013 at 14:28

    a me sconcerta il fatto che la sua popolarità è in crescita…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: