Posts Tagged ‘Maqueta Records’

ENNIO SALOMONE, EDODACAPO, TES, I DESIDERI, ALIC’È: SINGOLI

Ennio Salomone

Io non ti ho detto niente

Maqueta Records / Artist First

Nuovo singolo per Ennio Salomone, cantautore siciliano oggi diviso tra Roma e Milano.

Un omaggio, nelle sue stesse parole, alla sua Sicilia: una galleria di personaggi e situazioni sul filo dell’ironia, proposta attraverso un pop rock variopinto che invita a ‘battere il piede’.

Edodacapo

In città

Deposito Zero Studios

Un disco (in italiano) e un EP (in inglese) all’attivo, il tarantino Edoardo Trombettieri, in arte Edodacapo, torna con questo singolo, in cui tutto ciò che di negativo lascia la fine di una relazione può essere almeno in parte curato attraverso il perdersi in lunghe passeggiate in città (sempre meglio che restarsene tra quattro mura a recriminare).

Pop con qualche venatura ‘indie’

TES

Berlino

Visory Records / PaKo Music Records

Un viaggio a Berlino, proverbiale meta di ‘evasioni giovanili’ come antidoto alle scorie di una relazione finita, magari in compagnia degli amici di sempre… ma non tutto ‘funziona’ e anzi, se non si pronti a superare la faccenda, la ‘toppa’ rischia di essere peggio del buco.

Il trio lodigiano dei TES, un EP già pubblicato, torna con questo singolo, all’insegna di un pop / rock leggero e con una bella dose d’ironia, nel filone che ha già portato al successo band come i Pinguini Tattici Nucleari… ironia del resto evidente fin dal nome, dato che TES è l’acronimodi ‘Tutti Esageratamente Stronzi’.

Leggero sì, forse anche troppo…

I Desideri

Senorita

FUGA Aggregation / SG Music

Latin pop e neomelodia napoletana per questo nuovo pezzo de I Desideri (Salvatore e Giuliano Iadicicco).

Piena estate, ‘l’ormone è a palla’ e la ‘Senorita’ del titolo è l’oggetto del desiderio – e dei sentimenti – del protagonista del brano.

Balli a bordo piscina e belle ragazze in costume dominano il video: il piacere, per chi non è fan del genere, lo offre quanto meno la vista…

AliC’è

Nella testa

LeIndie Music / Artist First

Un’esortazione decisa a uscire da una relazione dominata da prevaricazione, svalutazione, sottomissione

Potrebbe sembrare una solista, in realtà poi AliC’è è un duo (pugliese) in cui alla voce di Rosita Cannito si affianca Nicola Radogna, qui al terzo singolo.

Indie – pop è forse un tantino fuorviante (oltre che definizione decisamente abusata): qui effettivamente si potrebbe parlare meglio di cantautorato, specie in questo pezzo, dato il testo ‘importante’.

MANUELA CIUNNA, ‘CUI TE LO DISSI’ – SINGOLO (ROUGH MACHINE / MAQUETA RECORDS)

Merita qualche riga a parte questo singolo della cantautrice, siciliana di Augusta, che ne anticipa il nuovo lavoro – “Nzuccarata”, in uscita in autunno – all’insegna della rilettura di vari episodi del canzoniere tradizionale della propria regione.

Il brano in questo caso fa parte del repertorio della cantautrice di Licata Rosa Balistreri, simbolo della musica siciliana del Ventesimo secolo, forse un po’ dimenticata.

Un coinvolgente – e a tratti, quasi travolgente – mix di canzone popolare, jazz e ritmi sudamericani (con qualche prevedibile sentore di Bossanova), questi ultimi da tempo il ‘territorio d’elezione’ di Ciunna, che ha dedicato i suoi due dischi usciti finora proprio alla musica del Sudamerica, brasiliana in particolare.

Ora il ‘ritorno’ a casa, ad officiare un ideale matrimonio tra le proprie origini e le proprie passioni: questo primo assaggio è senz’altro un ottimo viatico.

BEDE, SIMONE QUARTUCCIO, FERNANDO ALBA, CHRIS YAN: SINGOLI

Bede

Vista Mare

Telegraph Road Studio

Reggino di nascita, romano di adozione, Bede si è già fatto conoscere attraverso le consuete piattaforme digitali.

Qui lo troviamo in un brano volto alla critica alla società, soprattutto alla ‘voglia di apparire’ di molti della sua generazione,

rivendicando la propria libertà e identità, con un’apertura ottimista a un futuro in cui ‘dopo la strofa viene il ritornello’, e forse anche la ‘Vista Mare’ del titolo fa parte di questa visione positiva.

Video prettamente ‘capitolino’, girato nella zona della Basilica di San Paolo.

Simone Quartuccio

Non sarò mai solo

Redowl Records

Una dedica alla famiglia, che in fin dei conti sembra l’unico punto di riferimento ‘sicuro’ in un periodo di incertezze.

Il giovanissimo Simone Quartuccio da Reggio Calabria sforna un nuovo singolo, all’insegna di un ‘urban pop’ con più di uno spunto danzereccio.

La dedica è tutto sommato uno spunto originale, vista anche l’età in cui con la famiglia si è spesso in conflitto.

Video dai risvolti suggestivi, ambientato nei boschi dell’Aspromonte.

Fernando Alba

L’Odore dell’Amore

Maqueta Records / Artist First

Il nuovo singolo di Fernando Alba è una classica e solare dedica all’amore e alle sue sfaccettature, incluse quelle più dolorose, ma con uno sguardo che si apre alla speranza e all’ottimismo, il tutto all’insegna di un energico rock – blues.

Chris Yan

Eppure, ricordo anche dei fiori sul tuo volto

Autoprodotto

Terzo e ultimo estratto dall’album “Blasé”, di prossima uscita; stavolta Chris Yan (ovvero Christian Mastroianni, da Tivoli), offre un delicato ed evocativo brano dal sapore ambient, una autodedica, da lui stesso definita ‘un abbraccio’, accompagnao da un altrettanto suggestivo video all’insegna di fiori e inchiostro.

TARSIA, “BOOM” – SINGOLO (MAQUETA RECORDS / ARTIST FIRST)

Nuovo singolo della giovane cantautrice di Policoro (MT), che prosegue il suo percorso all’insegna di suggestioni soul e r’n’b’ abbinate a una scrittura che cerca comunque di non essere anonima: il brano è frutto di una collaborazione a sei mani in cui la stessa Tarsia è stata affiancata da Fernando Alba e Guido Savatteri (alias LUVESPONE).

Protagonista l’amore e le sue complicazioni, che possono produrre miscele ‘esplosive’…

Brano che si lascia ascoltare che conferma voce e personalità interessanti.

DELLARABBIA, LUDOVICA LEOTTA: SINGOLI

Dellarabbia

Il Molise non esiste

Sony Music – Numero Tre – Libellula Music

Terzo singolo per questo progetto, animato da sei musicisti, tutti con una solida gavetta alle spalle, che anticipa la prossima uscita del primo ‘full length’, “L’Età della Rabbia”.

Un ironico campionario, anzi ‘scemenzario’ nell’età delle notizie fasulle su Internet, dall’ormai proverbiale riferimento del titolo – il Molise che potrebbe anche non esistere, visto che in pochi sembrano effettivamente avere idea di dove si collochi – all’altrettanto affermata leggenda urbana sul mancato sbarco sulla Luna.

Si riflette col sorriso su un fenomeno comunque pericoloso, attraverso un pop rock con qualche allusione elettronica agli ’80.

Il video, ricorrerà a tecnologie già affermate nel mondo dei videogiochi, ma ancora inutilizzate o quasi nel settore dei videoclip.

Ludovica Leotta

Sant’Agata

Maqueta Records / Rough Machine / Artist First

Omaggio alla Santa protettrice di Catania in forma di canzone popolare, eseguita in dialetto.

Brano scritto a quattro mani dalla stessa Leotta assieme a Fernado Alba, autore anche delle musiche.

Il brano fa parte del primo EP della cantautrice catanese, interamente dedicato alla propria città.

SCILE, ‘COME NEVE DENTRO AL CUORE’ SINGOLO (MAQUETA RECORDS / ARTIST FIRST)

Singolo che anticipa il nuovo disco (il terzo sulla lunga distanza) della band materana, attiva sotto vari nomi dall’inizio degli anni duemila.

Lettera / messaggio a un amore ormai perduto, sull’onda dei ricordi.

Testo e interpretazione, forse un po’ ‘di maniera’, rafforzati da un solido arrangiamento e da suoni ‘pieni’.

Suggestivo il video, basato sul fugace incontro tra due anime solitarie in un paesaggio post apocalittico.

TARSIA, ‘LOVE’S IN NEED OF LOVE TODAY’; LUVESPONE FEAT. OROFINO ‘UN PO’ PIÙ A SUD’ (MAQUETA RECORDS / ARTIST FIRST)

‘Omaggi natalizi’ da parte di questi due giovani cantautori.

La brava (e bella) Tarsia ci porta in dono l’impegnativa cover di un grande successo di Steve Wonder, corredata da un video con riprese in studio, dal sapore ‘casalingo’.

Luvespone ripropone la sua ‘Un po’ più a sud’ in chiave acustica, facendosi accompagnare dal sodale Orofino al piano.

OROFINO, ‘FUSA’ (MAQUETA RECORDS / ARTIST FIRST) SINGOLO

Chiusura di una ‘terna’ – cominciata con Scrivimi quando’e proseguita con ‘Neanche fosse la Serie A’ – che andrà a comporre il primo EP del cantautore, siciliano di Caltagirone.

‘Lui” è stato lasciato e fatica a farsene una ragione, soprattutto pensando al fatto di essere stato ‘rimpiazzato’…

Il tono è comunque leggero, la rabbia cede il passo al disincanto

Sonorità pop senza complicazioni, qualche rimando hip hop nel cantato.

FRANCESCO FELE, ‘STANZA BUIA’ SINGOLO (MAQUETA RECORDS / ARTIST FIRST)

Nuovo singolo per questi giovanissimo (classe 2002) cantautore romano, che ha già esordito con un disco ‘completo’.

Studi di voce e pianoforte alle spalle che diventano evidenti in questo singolo, scritto con Andrea Bucci e Fernando Alba.

Non la solita storia d’amore o il consueto brano un filo ‘esistenzialista’, ma un’accorata dedica, l’incoraggiamento a superare un momento difficile: potrebbe essere l’amata, un’amica, o una sorella, e a convincere è proprio questo ‘non detto’, che finisce per mettere ancora più in risalto la dedica.

Echi di Baglioni e qualche evidente somiglianza con Ultimo (la stima per il quale è dichiarata dallo stesso Fele).

Viva il pianoforte e tanti saluti all’autotune.

HYPE ZULU, “SAI CHE” SINGOLO (MAQUETA RECORDS / ARTIST FIRST)

Nuovo singolo per il giovane romano, in attesa di pubblicare il primo disco sulla lunga distanza.

Fine di una storia, con lui che non riesce a dimenticare lei e a riempire il vuoto e le scrive una lettera in forma di canzone d’impronta trap (con tanto di voce ‘filtrata’).

Tema classico e sviluppo canonico: il letto è gelato senza di lei, anche un rumore può suscitare il suo ricordo, lei è insensibile… l’impressione è di una ‘semplicità’ un filo eccessiva anche per un brano di stampo post adolescenziale.