Posts Tagged ‘Francesco Gazzè’

AA.VV., “VOCI PER LA LIBERTÀ 2014”

Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty” si avvia quest’anno a raggiungere la maggiore età, con la sua 18esima edizione. La rassegna – concorso organizzata da Amnesty International e dedicata ai temi della lotta contro le vecchie – nuove segregazioni e limitazioni della libertà vivrà il suo apice l’estate prossima, con l’esibizione dal vivo di vincitori e finalisti del concorso.

Altro evento – chiave della manifestazione è l’uscita della compilation che testimonia l’edizione dell’anno precedente: consuetudine puntualmente rispettata anche quest’anno.

La formula è quella ormai classica per la compilation di “Voci per la Libertà”, che vede mescolarsi artisti più affermati o comunque non proprio alle ‘prime armi’ ad esordienti, questi ultimi con due brani a testa.

Apre le danze ‘Atto di forza’, brano vincitore dell’edizione 2014, firmato da Max e Francesco Gazzé; assieme a loro, il nome più conosciuto è sicuramente quello dei Perturbazione, presenti con ‘Mia figlia infinita’. Come avvenuto già nei precedenti capitoli, la selezione si snoda all’insegna di una certa varietà di umori e stili: dal classico cantautorato di Fabio Cinti a quello vagamente ludico dei Mud a quello dai riflessi indie di Giorgio Barbarotta ; dalle suggestioni etnico-caraibico-dialettali dei Vilazuk al rock –blues soleggiato e dalle tinte southern dei Marmaja, passando per le voci femminili di Levante, Nadia & The Rabbits, Anna Luppi; apprezzabile ancora una volta la scelta di dare spazio anche a sonorità un po’ più pesanti: stavolta è il turno dei Les Fleures des Maladives.

La violenza sulle donne, la guerra, la repressione in Tibet, il razzismo, la fuga alla ricerca della libertà e di una vita migliore, l’infibulazione… “Voci per la Libertà” è certo, una compilation musicale, ma in questo caso più che mai il fatto sonoro dovrebbe – forse – finire in secondo piano, per lasciare al ribalta alla forza delle idee.

AA.VV. “VOCI PER LA LIBERTA'” (MEI – ASSOCIAZIONE CULTURALE VOCI PER LA LIBERTA’)

16° FESTIVAL MUSICALE NAZIONALE DAL VIVO – UNA CANZONE PER AMNESTY

Ormai quello che con “Voci per la Libertà” è diventato un appuntamento fisso, che unisce impegno – con la premiazione dei migliori italiani dedicati ai diritti umani – alla musica indipendente italiana, puntando alla scoperta di nuovi talenti.

L’edizione 2014 di Voci per la Libertà si terrà dal 17 al 20 luglio prossimi nella consueta location di Rosolina Mare: in quell’occasione verranno assegnati i vari premi Amnesty, a partire dal principale, che quest’anno verrà assegnato a Francesco e Max Gazzè per il brano ‘Atto di Forza’.

Nell’attesa, ecco uscire puntualmente la compilation dedicata ai vincitori e finalisti dell’edizione dell’anno precedente; la struttura della selezione non cambia: il brano vincitore dell’edizione 2013, ‘Gerardo nuvola ‘e povere’ di Enzo Avitabile e Francesco Guccini, dedicato alle morti sul lavoro, affianca gli esordienti, cinque, ognuno con due brani e i contributi di alcuni illustri ospiti. Il piatto è vario: si va dal cantato dagli accenti dialettali di Leo Miglioranza (oltre che dello stesso Avitabile), alle suggestioni dei Syncage, che sembrano arrivati direttamente dalla felice stagione del folk britannico dagli accenti prog degli anni ’60 e ’70; dal cantautorato classico di Andrea Dodicianni all’eleganza jazz degli Shapes of  Sound, fino ai Durden and The Catering, tra pop – rock venato di funk e una ballata dai risvolti ludici.

Completano il disco le partecipazioni di tre grossi calibri della scena ‘indie’: italiana: Marta sui Tubi, Paolo Benvegnù e Mario Venuti, la cui ‘Addio alle armi’ è trai brani che più si fanno ricordare nell’intero lotto.

Le tematiche toccano trasversalmente i vari aspetti dei diritti umani nei tempi attuali: dalle morti sul lavoro ai bambini soldato, dalla violenza delle ‘forze dell’ordine’ all’emigrazione, per una compilation che rinnova come al solito il connubio tra impegno e musica di qualità.