Posts Tagged ‘Davide Viviani’

DAVIDE VIVIANI, “UN GIORNO IL MIO OMBRELLO SARA’ IL TUO” (AUTOPRODOTTO)

Disco d’esordio per Davide Viviani da Salò: otto brani in cui si respirano atmosfere da autoproduzione casalinga, che partono da una matrice voce e chitarra volta verso sonorità indie e folk, arricchite dagli interventi di un manipolo di ospiti, trai quali spiccano Michela Manfroi (pianista e tastierista degli indimenticati Scisma e in seguito protagonista di tanti altri progetti) e Gabriele Ponticiello (Sick Tamburo), qui anche in veste di produttore.

Il risultato è un lavoro essenziale nei suoni, nel suo essere spesso appunto giocato sul solo binomio chitarra (pronta in qualche caso ad assumere anche consistenze più abrasive)  e voce, ma con tastiere, fiati ed archi a intervenire e episodicamente ad ampliare la gamma dei colori sonori del disco.

A colpire però è soprattutto la scrittura, all’insegna di stralci di pensieri, frammenti di conversazioni, brandelli di soliloqui che vanno a creare un’atmosfera continuamente sospesa, in cui domina l’ellissi e il ‘non detto’ sembra prendere il sopravvento.

Davide Viviani assembla con “Un giorno il mio ombrello sarà il tuo” un disco per certi versi affascinante, che tra le sue pieghe appare rivelare una nuova, originale voce nel panorama musicale italiano: l’augurio è di poter presto ascoltare un seguito.

LA PLAYLIST DI MARZO

Ci vuole orecchio     Enzo Jannacci
Un’estate fa                 Franco Califano
Il povero fiume         Tenembau!
Replica                         Matta-Clast
My timeless present              The Brain Olotester
La paura                      Gran Turismo Veloce
Geoide                          Davide Viviani
Silver Machine         Hawkwind
Oblivion                     Terrorvision
Nothing arrive         Villagers
I folow rivers            Lykke Li
The Messenger         Johnny Marr
Red Sun                     Thin  White Rope
Pelican Man             Youth Logan
Borther                       The Organ
A Day                           Clan of  Xymox
Cherry – Coloured Funk      Cocteau Twins
Zu Grunde                 Der Weg Einer Freiheit
Iconoclast                 Velnias
Cold grey dawn a new beginning      Germ
La sagra della Primavera –  Danza sacrificale   Igor Stravinsky