Posts Tagged ‘Chris Yan’

CLASSIFICA 2021: I SINGOLI

I venti migliori singoli tra quelli recensiti sul blog.

  1. Alex Hidell, ‘Yolk’
  2. Chris Yan, ‘I Paesaggi di Böcklin’
  3. So Beast, ‘Punch’
  4. Ros, ‘L’Ultima Volta’
  5. Tuasorellaminore, ‘Fahrenheit’
  6. Nevilton, ‘Illumina’
  7. Manuela Ciunna, ‘Cui te lo dissi’
  8. Sis, ‘Hunter’
  9. Westfalia, ‘Goblin’
  10. Mattia Cortivo Leonardi, ‘Prelude in C Major, Op.3’
  11. Daniele Celona, ‘Le cose che non sai’
  12. Greta Portacci, ‘Rifiorire dentro’
  13. Emanuele Via & Danilo Guido, ‘Afonia’
  14. Ennio Salomone ‘Io non ti ho detto niente’
  15. Fernando Alba ‘L’Odore dell’Amore’
  16. Dellarabbia, ‘Il Molise non esiste’
  17. Tarsia, ‘Boom’
  18. Chris Yan, ‘Eppure, ricordo anche dei fiori sul tuo volto’
  19. DNGR, ‘Cinque Minuti’
  20. Il Geometra, ‘Per quel che resta’

PLAYLIST 4.2021

Consueto riassuntino di singoli ed estratti dai dischi recensiti qui sul blog.
Preciso che non si tratta di una classifica, almeno non in senso stretto, anche se comunque i brani sono sistemati in una sorta di ‘crescendo’: il meglio alla fine…

Claudio Rigo, ‘La vita perfetta’ (Remix)
GiAga, ‘Italiano’
Dany De Santis – Emanuele Laimo, ‘Pazzo di Te’
Brugnano, ‘Draghi’
Giaco, ‘Kiki’
Estoy Pocho, ‘Otra Noche’
Kefàli, ‘Ex’
Parrelle, ‘Dolomiti’
Dylan, ‘Non me ne vanto’
Patrick De Luca, ‘In questa notte buia’
Fabio Cosimo, ‘Droghe’
Bento, ‘Forget Your Life’
No Name (feat. Salvatore Saba), ‘Fireworks’
Ruggero Ricci, ‘Bombe atomiche’
Atomi, ‘Tutte quelle cose’
Portobello, ‘Il Senso della Vita’
Pietrosauro feat. Clementino, ‘Favorita’
Gianluca Amore, ‘Senza ragione’
Luvespone – Moby Rick, ‘Odisseo’
Francesco Sisch, ‘La stessa canzone’
Noemi D’Agostino, ‘Sottovoce’
Sarai, ‘Laissez-faire’
Alis, ‘Paura di Me’
Arianna Gianfelici, ‘Tutto il nostro folle amore’
Fabrizio Festa, ‘È così che fa l’amore’
Fabe, ‘Alibi’
Blutarsky, ‘Game7’
Tamé ‘Prequel’
Costa, ‘Talischer’
Fallen, ‘Unveiling Teardrops’
Chris Yan, ‘Verstand (intelletto)’
Alberto Pizzo, Robs Pugliese, ‘Sparks’
Max Aloisi Trio, ‘Lonely Wolf’
Laino & Broken Seeds, ‘Spells & Magic’
Spaghetti Wrestlers, ‘Cobe’
Ros, ‘L’Ultima Volta’
Tuasorellaminore, ‘Fahrenheit’
Manuela Ciunna, ‘Cui te lo dissi’
Alex Savelli – Ivano Zanotti, ‘Spears’

CHRIS YAN, “BLASÉ”

Disco non ‘facile’ questo, l’ottavo, per Chris Yan (Christian Mastroianni).

Nove composizioni, idealmente articolate tra ‘intelletto’ (verstand) e ‘ragione’ (vernunft) per un lavoro all’insegna del minimalismo, dell”ambient’ che si fa vera e propria musica ‘d’ambiente’, utilizzando rumori e suoni naturali, il tutto inserito in tessiture elettroniche dalla ripetitività straniante.

Lo stesso autore spiega come il tutto nasca da un periodo di immobilismo (forse non solo dato dalle condizioni che un po’ tutti hanno vissuto negli ultimi tempi) che si è tradotto nella scelta stilistica di ricorrere a una sorta di versione musicale dei ‘time laps’ o dei ‘fermo immagine’ cinematografici, dove appunto domina una fissità che muta lentamente attraverso microvariazioni.

Spiegare esattamente cosa si trovi dentro al disco è complicato: in questo mescolarsi di microcellule elettroniche e di sonorità ‘ambientali’, con una spiccata predilezioni per sciabordii, risciacqui, sgocciolamenti.

Complicato, allo stesso tempo, spiegare come rapportarsi alla proposta sonora, specie quando questa prende la forma di due autentici ‘mastodonti’, rispettivamente di circa 20 e 16 minuti, in cui l’ascoltatore viene ‘esposto’ a queste soluzioni ‘idrosoniche’.

Lo sperimetalismo è arduo perché non offre ‘mappe’ né indicazioni: tutto, più o meno, è lasciato all’ascoltatore, alla capacità di entrare o meno in consonanza con l’artista o di dare con la propria sensibilità un significato a ciò di fronte a cui si trova.

PLAYLIST 3.2021

Consueta selezione di singoli e brani estratti dai dischi recensiti sul blog.

Dodi, ‘Vieni con me’

Diesis, ‘Paglia nel fuoco’

Relativo, ‘Promessa’

Massimiliano Acri, ‘Bugie Eterne’

Simone Quartuccio, ‘Non sarò mai solo’

Bede, ‘Vista mare’

Kimele, ‘Solo te’

Romano, ‘Coniugi Arnolfini’

Mercvrio, ‘Ormoni’

Bert, ‘Fra tanti’

Adelaide, ‘Nonna Li”

Marika Socionovo, ‘Canzone del Mare’

Piero Grandetto, ‘Lisbona’

Cristian Grassilli, ‘Esserci’

S.O.F.I.A., ‘Di Niente’

Federico Fabi, ‘Baciami Baciami’

Fernando Alba, ‘L’Odore dell’Amore’

B. K., ‘Freddo’

Fernando Tovo, ‘Soldiers’

L’Avvocato, ‘Dinamite’

Westfalia, ‘Goblin’

Chris Yan, ‘Eppure, ricordo anche dei fiori sul tuo volto’

Alex Ganassini, ‘Funk in the orbit’

Alek Hidell, ‘Dinghy’

BEDE, SIMONE QUARTUCCIO, FERNANDO ALBA, CHRIS YAN: SINGOLI

Bede

Vista Mare

Telegraph Road Studio

Reggino di nascita, romano di adozione, Bede si è già fatto conoscere attraverso le consuete piattaforme digitali.

Qui lo troviamo in un brano volto alla critica alla società, soprattutto alla ‘voglia di apparire’ di molti della sua generazione,

rivendicando la propria libertà e identità, con un’apertura ottimista a un futuro in cui ‘dopo la strofa viene il ritornello’, e forse anche la ‘Vista Mare’ del titolo fa parte di questa visione positiva.

Video prettamente ‘capitolino’, girato nella zona della Basilica di San Paolo.

Simone Quartuccio

Non sarò mai solo

Redowl Records

Una dedica alla famiglia, che in fin dei conti sembra l’unico punto di riferimento ‘sicuro’ in un periodo di incertezze.

Il giovanissimo Simone Quartuccio da Reggio Calabria sforna un nuovo singolo, all’insegna di un ‘urban pop’ con più di uno spunto danzereccio.

La dedica è tutto sommato uno spunto originale, vista anche l’età in cui con la famiglia si è spesso in conflitto.

Video dai risvolti suggestivi, ambientato nei boschi dell’Aspromonte.

Fernando Alba

L’Odore dell’Amore

Maqueta Records / Artist First

Il nuovo singolo di Fernando Alba è una classica e solare dedica all’amore e alle sue sfaccettature, incluse quelle più dolorose, ma con uno sguardo che si apre alla speranza e all’ottimismo, il tutto all’insegna di un energico rock – blues.

Chris Yan

Eppure, ricordo anche dei fiori sul tuo volto

Autoprodotto

Terzo e ultimo estratto dall’album “Blasé”, di prossima uscita; stavolta Chris Yan (ovvero Christian Mastroianni, da Tivoli), offre un delicato ed evocativo brano dal sapore ambient, una autodedica, da lui stesso definita ‘un abbraccio’, accompagnao da un altrettanto suggestivo video all’insegna di fiori e inchiostro.

PLAYLIST 2021.2

Consueta selezione di singoli e brani estratti dai dischi recensiti sul blog

Luca Di Martino, ‘Fortuna’

Enrico Lombardi, ‘Vita’

Nochia, ‘Tonight’

Ruggero Ricci & Dylan, ‘Saturno e il tuo nome’

Battista, ‘Lasciamoci andare’

Jacopo Sanna, ‘Parallelamente’

Gidici, ‘Il teatro degli errori’

Davide Malafede, ‘Fotografia’

Salomone, ‘Come un disco rotto’

Ninfea, ‘Ad occhi aperti’

Vi Skin, ‘Nei guai’

Chris Yan, ‘I Paesaggi di Böcklin’

Alek Hidell, ‘Yolk’

So Beast ‘Punch’

Emanuele Via & Danilo Guido, ‘Afonia’

Daniele Celona, ‘Le cose che non sai’

La Serpe d’Oro, ‘Amor, la vaga luce’

CHRIS YAN, VI SKIN, SO BEAST: SINGOLI

Chris Yan

I Paesaggi di Böcklin – Singolo

Chris Yan (alias Christian Mastroianni, da Tivoli), compositore, polistrumentista, manipolatore di suoni, preannuncia il suo prossimo disco, Blasè, con un un singolo dedicato al pittore svizzero Arnold Böcklin, introdotto da alcune riflessioni del filosofo George Simmel.

Suoni, ma non solo: il brano, un lento, dilatato fluire di tappeti sonori estremamente

evocativi, accompagna un video suggestivo, una ripresa in ‘time lapse’ delle rovine della Torre di Castelnuovo (Meldola, provincia di Forlì – Cesena) teatro, secondo la tradizione delle vicende di Paolo e Francesca.

Il risultato, come detto, è fortemente evocativo: la Torre inquadrata nel video, ‘toccata’ solo dalle variazioni di luce date dallo scorrere del tempo, si trasfigura presto in una sorta di atavico monolite con echi kubrickiani, coi suoni a sostenere questa idea quasi ancestrale, rafforzata dalla totale assenza di un elemento umano che pure è l’artefice e dei suoni e delle immagini.

Suggestivo.

Vi Skin

Nei Guai

PaKo Music Records

Nuovo brano, il quarto, per questa giovane cantautrice della provincia di Frosinone, all’anagrafe Sofia Pelle, con la collaborazione di Frank Meta.

I sentimenti sono complicati, perché forse prima che gli altri, bisogna amare almeno un po’ anche sé stessi, quel tanto che permetta di superare timidezze e insicurezze.

Concetto che vale un po’ per tutti gli aspetti della vita che prevedono un confronto con l’altro o gli altri, la giovane Sofia sa di cosa parla, visto che la sua carriera ha rischiato di non partire per la sua timidezza nel presentare i suoi brani in pubblico; qui, la questione è trattata rispetto all’amore e ai sentimenti.

La scrittura è certo forse un po’ acerba, ma Vi Skin ha tutto il tempo per maturare, la voce c’è già, ed evoca a tratti la Pausini degli inizi.

A lei l’augurio di proseguire su questa strada.

So Beast

Punch

Machweo

Katarina Poklepovic da Spalato, Michele Quadri da Bologna: insieme hanno dato vita al progetto So Beast, che vede la pubblicazione di questo singolo, anticipazione di un EP di prossima uscita.

Elettronica campionata con effetti variegati, la voce di Katarina quasi a ‘declamare’, il ‘Pugno’ del titolo non tanto un atto di ‘violenza’, quanto forse l’espressione della necessità di un contatto umano, ‘fisico’, in tempi in cui questo è per molti versi precluso.

Intorno, una selva di beat, campionamenti, scricchiolii e crepitii assorbiti, con un effetto a tratti disorientante.

Per chi vuole provare a percorrere i sentieri di una musica poco ‘battuta’.