I CASINI DI SHEA, “PARCO GONZO” EP

EP d’esordio per questo trio marchigiano che non fa mistero di rifarsi a una certa tradizione anni ’90 (leggi: grunge e noise) e che nei fatti la riprende, tenendo presente anche gli epigoni italiani del genere.

Chitarroni arrembanti, batteria martellante e basso rutilante, accompagnati da un cantato gridato.

In questo muro sonoro, a tratti un filo cacofonico si perdono un po’ le parole, all’insegna di uno sguardo per lo più iracondo su malesseri generazionali ed esistenziali.

Marlene Kuntz e Sonic Youth sono lì, dietro l’angolo: interessante la scelta di un pezzo di oltre otto minuti di durata, che in controluce mostra la necessità di avere da dire più di quanto non sembri a un primo impatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: