LE MOSCHE, “BOA VIAGEM CAPITAO” (NEW MODEL LABEL)

Contaminazioni jazz e folk con una spruzzata di canzone d’autore nell’esordio de Le Mosche, formazione di stanza a Bologna, ma con una forte impronta meridionale tracciata dal capofila Giampiero Lupo autore di musiche e testi, oltre che voce principale, brindisino di nascita.

Disco dedicato alla figura del rivoluzionario portoghese Salgueiro Maia, “Boa Viagem Capitao” (sulla seconda ‘a’ di Capitao ci vorrebbe l’accento circonflesso) vive su sapori decisamente mediterranei (con qualche suggestione sudamericana) pur se all’insegna di un costante cambio di soluzioni, a partire dalla lingua: dal francese all’italiano, passando per l’inglese con l’aggiunta di episodi dialettali.

Due recitativi, ad aprire e chiudere il lavoro, racchiudono gli otto pezzi propriamente cantati e suonati, consolidando nel contempo l’idea del viaggio quale tema ricorrente (pur se non esclusivo) del lavoro: viaggi alla ricerca di una vita migliore in fuga dalla guerra; viaggi ‘interiori’ alla ricerca della propria identità sessuale, tra le difficoltà quotidiane di una provincia arretrata; viaggi nei rapporti umani fatti di continue andate e ‘Ritorni’ (come cita il titolo di uno dei brani) in relazione delle quali ci si vorrebbe liberare senza riuscirci.

A fianco di questo tema, come già accennato, un paio di brani in dialetto; tra gli altri vale almeno la pensa citare l’episodio dedicato al rapporto col proprio animale domestico.

Varietà di temi e di umori ricalcata dalla gamma strumentale, in cui a dar manforte a chitarre e bassi elettrici arrivano di volta in volta fiati, organetti, bouzouki, percussioni varie nel segno di una struttura ‘aperta’, in cui il quartetto di base accoglie ospiti esterni.

Le Mosche danno vita ad un disco il cui maggior pregio è la dinamica sonora ed umorale, in cui anche negli episodi in cui si intravede una maggiore ‘ricerca’ non perde mai il contatto con l’ascoltatore.

Un esordio efficace, che lascia intravedere interessanti prospettive per il proseguimento del cammino.

3 responses to this post.

  1. Insomma bisognerà che mi abituo anche a Le mosche 😛
    Sherabuonasera…notte…giorno

    Rispondi

  2. mi salvo con il Tubo.. ; )

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: