OLLA, “A SERIOUS TALK” (LIBELLULA MUSIC / AUDIOGLOBE)

Una ‘chiacchierata seria’: il ‘presente’ non sembra offrire punti fermi, portando, anzi, tante incertezze, insicurezza, una buona dose di paura… allora, meglio forse pensare alle possibilità del futuro, rifugiarsi, quando capita, in momenti di leggerezza e lievità; estraniarsi, magari, cercando rifugio s un metaforico (o fisico?), tetto, o magari in ricordi del passato.

Otto pezzi – cantati in inglese – in cui gli Olla offrono la propria versione di quella sorta di ‘poetica dell’instabilità’ che sembra costituire il filo conduttore della scrittura di tante giovani band attuali: stavolta l’instabilità non ha un ‘nome’: non viene esplicitamente archiviata alla voce ‘lavoro’ o ‘affetti’: una fragilità emotiva ed interiore priva di una causa precisa, riconducibile forse a ‘tutto un complesso di cose’, come canterebbe Conte… Il problema non sembra essere tanto la causa, quanto il risultato: la mancanza – e la ricerca – di punti fermi, attraverso vie di fuga, ripari emotivi o fisici.

Il quintetto torinese dà voce a paure ed inquietudini in un disco dai climi più autunnali, costantemente volti alla malinconia, tinte sonore a cavallo tra indie e new wave, in un disco che ricorda tante cose senza portarne in fondo nessuna in particolare; tessiture sonore flebili accompagnate da un cantato sempre dimesso.

Esordienti con il nome di Olla, i componenti della band non sono propriamente dei novellini, provenendo da varie esperienze pregresse: e si sente: “A Serious Talk” è il disco di una band già rodata e dalle idee anche abbastanza chiare; ciò non toglie magari qualche incertezza – alla lunga gli umori ‘autunnali’ del disco si fanno un filo troppo pressanti, un po’ di movimento in più non avrebbe magari guastato – ma alla fine “A Serious Talk” appare il lavoro di una band che ha ancora delle potenzialità da sviluppare.

Annunci

One response to this post.

  1. ‘Dignitosi ‘ la base troppo alta della batteria sovrasta la melodia e fa rumore. Assomigliano ad altri .Quello che hai (de ) scritto mi piace.
    Sheramercie

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: