Tutto cominciò con una estate indiana

SUPERBURP!

Arcadia. Per come la intendevano i poeti, il luogo in cui Musikeè avvolge il creato. Luogo tascendente, presente in ogni movimento adolescenziale, pura manifestazione della purezza e dell’Altro. Si rischia la follia a starci dentro. Ma non si può vivere sempre lo stesso momento. Lo sapeva Faust che nell’ingannevole tentativo di sfuggire alla caducità del tempo credeva di poter fermare la Bellezza nel momento.Immagine

 In un unico luogo, il Bello si materializza, e lì Baudelaire e Virgilio discorrono con Esiodo e Goethe. Ma poi tutto finisce. Crolla l’immaginato e resta solo la realtà in cui poco spazio trova Calliope. Ed è proprio per questo che tutto cominciò con una estate indiana.

Immagine

 

Tra l’autunno e l’inverno, Persefone tornata nell’Ade sfiorisce e trasforma il creato. Si chiude l’Arcadia, la perfetta convivenza tra coloni inglesi e tribù di pellirossa, e resta solo il sogno impossibile. Ma fino a quel momento, all’atto puro e…

View original post 676 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: