World War Hulk

SUPERBURP!

Niente è per sempre. Niente. Eppure quante ne abbiamo cambiate di situazioni stabili? Decine di volte abbiamo cambiato la routine. E siamo ancora qui. I personaggi dei fumetti invece passano dei periodi. Quasi sempre brutti. Poi tornano all’antico. Sono gli unici esseri che sopravvivono ai loro creatori. Eterni. Dopo anni diventano icone che si muovono da sole. Basta cambiare sipario. Hulk ad esempio.

L’ incredibile Hulk, sempre lui. Immortale che sia grigio o verde o rosso. Hulk ed il suo alter ego debole e pieno di colpe, l’inetto Banner. Hulk è la sua riabilitazione infantile. Tanto tormentato da adulto, quanto libero da bambino. Hulk. Bambino onnipotente che vuole essere lasciato solo. Gli cambiano il sipario, gli mettono donne ed eroi, comprimari e protagonisti. Lui è Hulk, meglio di Cuba…. resiste. Fa girare le palle a tutti Hulk. Lo usano, lo cercano lo braccano. Un mondo di bambini alla ricerca del…

View original post 478 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: