SACCOMANI E CAMUSSO: DIO LI FA E POI LI ACCOPPIA

La domanda è sempre la solita, che poi nel caso dei cittadini italiani si tramuta in: ma scherzano o ci prendono per scemi sul serio? Ammetto, colpa mia: per un attimo ci ero cascato, ci avevo sperato: di fronte all’emendamento congiunto PD – PDL sull’elevamento della no-tax area a 12.000 euro, un brivido mi è corso lungo la schiena: stai a vedere che – per una volta – non dovrò passare il prossimo anno a fare i conti col bilancino sui soldi da mettere da parte per pagare le tasse… poi, ovviamente, tutto rientrato, non sia mai… ovviamente si trattava di una ‘sparata’ congiunta di PD e PDL per lisciarsi le penne e dire: “Vedete? Noi pensiamo a voi…” probabilmente già prevedendo il diniego opposto da ‘sua maestà’ Saccomanni, l’ennesimo bocconiano a cui è stato permesso di gestire i cordoni della borsa (tra parentesi mi chiedo se in Italia ci sia una legge che obblighi il Ministro dell’Economia a venire, od essere passato, per la Bocconi, come se quell’università fosse il ‘sancta sanctorum’ dell’economia italiana: a me pare che negli ultimi anni i ‘bocconiani’ finiti al Governo abbiano dimostrato di non capirci un ca**o… sarà…).  Il signor Saccomanni ha dunque detto ‘no’: col solito, fantasioso, volo pindarico, ha snocciolato il solito motivo specioso e banale: non ci sono le coperture… Peccato che, con una spesa pubblica di 800 miliardi di euro, le coperture si potrebbero e si dovrebbero trovare… forse però l’operazione costa troppa fatica, troppo lavoro intellettuale e allora si preferisce dire di no a prescindere. Ricordo sommessamente che il Governo che dice ‘no’ all’elevamento della no-tax area è lo stesso che non ha avuto alcun problema a portare le multe ai concessionari delle slot ‘infingardi’ da 2,5 miliardi a 600 milioni di euro… ergo,  devo pensare che a questo Governo stiano più a cuore le sorti di coloro che sfruttano il gioco d’azzardo,  incoraggiando le ludopatie, rispetto a quelle di coloro che hanno un reddito che a malapena raggiunge i 1.000 euro al mese.  Non bastasse Saccomanni, ci si è messa pure l’ineffabile Segretaria Generale della C.G.I.L., la sig.ra Susanna Camusso, la quale ha bocciato l’idea opponendo una motivazione che ha del kafkiano: secondo la suddetta, elevare la no-tax area incoraggerebbe l’evasione. Ora. Sono anni che ci viene detto, e lo ha ammesso anche Befera, il capo dell’Agenzia delle Entrate, che in Italia si evade il fisco soprattutto perché le tasse sono troppo alte, o almeno vengono percepite come tali. Ebbene, adesso la Camusso improvvisamente ci ‘illumina’, dicendo sostanzialmente  che non è così  e che tutti quelli che dichiarano 1.000 euro al mese sono potenziali evasori… Letta questa presa di posizione, mi sono venute in mente un paio di cose su Susanna Camusso… su Wikipedia (che concordo, non è la Bibbia, ma una sua attendibilità credo ce l’abbia) leggo che Susanna Camusso all’università ha studiato archeologia, senza nemmeno laurearsi. No, dico, rendiamoci conto: il capo del più grande sindacato d’Italia (qualunque cosa significhi, dato che ormai anche i sindacati sono centri di potere la cui attività è quasi del tutto autoreferenziale),  ha studiato archeologia e non s’è manco laureata!!!! Insomma, detto in due parole:  se Susanna Camusso può fare il Segretario Generale della C.G.I.L., allora io posso andare a dirigere gli scavi ai Fori Romani…

7 responses to this post.

  1. accoppiati o scoppiati non serve la benedizione dell’Altissimo per capire che ci stanno tutti portando alla tomba.
    Ho appena incontrato un’amica la cui fede a sx era pari alla mia e anche lei mi ha detto apertamente che NON andrà a votare. Io ancora tentenno e mi dico ‘ma chi???’
    sherainmanichecorteefinestrespalancateilriscaldamentova

    Rispondi

    • @Shera, non lo so… so che non andrò a votare le primarie del PD, perché credo che il segretario lo debbano eleggere solo gli iscritti, e così c’è il rischio serio che il Partito diventi ancora più incasinato, contraddittorio e ipocrita di quanto già non sia. Se si votasse domani per il Parlamento, rivoterei MoVimento Cinque Stelle, più per l’inettitudine altrui, che per merito loro. Non credo comunque si vada votare a breve, perchè con PDL e PD letteralmente massacrati e Scelta Civica defunta, Letta ha una forza insuperabile… al momento la sta usando male, vedremo nel corso del 2014…

      Rispondi

      • Sono d’accordo salvo sugli stellati che, dando il beneficio della buonafede (?!) sono inetti oltre che – si scopre – con parecchie lacune personali. Ultimo il ricordare il sacrificio del kamikaze di Nassirya ‘ versus i 19 militari italiani morti e mi pare una decina di civili.
        Letta sta facendo molto se si considera lo stato di perenne ostaggio in cui versa il Governo.

        sherabuonacenaddomanicontuttapioggia

      • @Shera: il discorso del kamikaze come vittima è complesso e se visto in un’ottica più ampia, manco tanto sbagliato. La pentastellata ha semplicemente detto che il kamikaze è stata una vittima dell’indottrinamento ideologico che ha subito e questo secondo me è in una certa misura esatto. Affermare questo non vuol dire né fare l’elogio del fondamentalismo terrorista, né sminuire la morte dei nostri carabinieri nell’adempimento del proprio dovere…

      • Scusami se insisto. Paragone fuori luogo perchè, come tu dici l’indottrinamento religioso ha portato il kami nel paradiso di Allah mentre i nostri carabinieri erano già, senza morire, e per noi tutti (poi ognuno pensi quel che pensa sugli interventi di pace) all’infermo.
        Quando si ha incarichi di un certo tipo meglio tacere che innescare una miccia, cosa che nei pentast èricorrente..

        sherapiovesonquasituttiladroni 😦

  2. Intanto, anche secondo me l’elevazione dell’area d’esenzione sarebbe stata positiva. Ma la copertura non è un dato secondario: sforando il limite del 3% ci saremmo messi in una condizione pessima, anche peggiore di quella attuale.
    Piuttosto, potremmo dire che sarebbe stato meglio aumentare l’esenzione che abolire l’IMU… ma chi lo spiega ora?

    Inoltre, i dati sull’evasione sono reali. La Camusso li ha indubbiamente espressi male, ma il problema c’è tutto: non che chiunque guadagni 1000 euro sia evasore (figuriamoci!), ma leggere che i dipendenti hanno un reddito maggiore degli imprenditori ci deve far sospettare!

    Rispondi

    • @Red: hai ragione su entrambi i punti, infatti io non dico di sforare il 3 per cento (anche se in tempi di crisi, non ci sarebbe nulla di male, ma quella è una questione europea); qui si tratta di ‘scelte politiche’: i soldi per ‘condonare’ le multe sulle slot machine si trovano, quelli per elevare la no-tax area, no; idem il discorso per Camusso: il problema di chi dichiara meno del dovuto per non pagare esiste, e riguarda soprattutto commercianti e liberi professionisti, ma non può essere usato come una scusa per non offrire benefici ad un numero ben più vasto di persone oneste… Non si può trasformare il basso livello dell’esenzione in uno strumento di lotta all’evasione.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: