RAPHAEL, “MIND VS HEART” (IRIEVIBRATION RECORDS)

Il nome di Raphael Nkereuwem non risulterà del tutto sconosciuto agli amanti del reggae nostrano, essendosi già affermato quale vocalist degli Eazy Skankers, band che con i suoi due lavori sulla lunga distanza si è fatta discretamente apprezzare dai cultori delle sonorità giamaicane.

A quella esperienza, Raphael da qualche tempo ha cominciato ad affiancare il tentativo di lancio della propria attività da solista, che dopo alcuni primi passi giunge con “Mind vs Heart” alla prima tappa importante, licenziata dall’etichetta austriaca Irievibration.

18 brani, comprendendo il breve intro e le tre bonus track ( tra le quali un remix curato da Madask), per un lavoro che a livello sonoro ripropongono gli stilemi classici del genere, senza ‘colpi di testa’ o fughe sperimentali: si gioca piuttosto la carta della piacevolezza di ascolto, di una ‘facilità’ che però non diventa mai un ‘voler piacere’ fine a se stesso, con pezzi che invitano a muoversi, dalla sottile vena danzereccia.

Il lavoro gira tutto intorno all’efficace interpretazione vocale di Raphael, accompagnato agli strumenti da un nugolo di ospiti di varia origine e provenienza, trai quali si segnalano un veterano del genre come Skarra Muci e l’ex Black Uhuru Michael Rose; i testi variano tra l’intimista e l’osservazione della realtà, con l’invito frequente all’incontro fisico e al ‘darsi’ agli altri, riflettendo sulle conseguenze negative di una modernità che va  rendendo un’esperienza ‘sociale’ come quella musicale sempre più come qualcosa di freddo, vissuto nel proprio isolamento davanti allo schermo di un PC.

Non mancano i consueti brani ‘autodescrittivi’, o in cui si  si omaggiano i propri compagni di strada o parentesi sentimentali, come in Wine with me, tra gli episodi più riusciti.

Un esordio solista convincente, per questo artista che con gli Eazy Skankers si è già fatto adeguatamente le ossa, apparendo pronto ad un ulteriore salto di qualità: ed è un peccato che questo esempio di ‘melting pot all’italiana’, nato a Savona da padre nigeriano e madre italiana, dedicatosi poi alla musica giamaicana, abbia finito per rivolgersi ad un’etichetta austriaca per la pubblicazione del suo primo lavoro solista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: