REDUCI

Passo per Piazza Santi Apostoli mentre Ingroia sta terminando il suo discorso, all’insegna delle solite banalità: dovrebbe essere la manifestazione del ‘Popolo Viola’, ma alla fine le bandiere sono più rosse che altro, vessilli di un’ideologia morta e sepolta branditi da chi non si arrende davanti alla più palese evidenza…  Mentre cerco di evadere in fretta e furia dal budello, prende la parola il comico Andrea Rivera, il quale non ha nulla di meglio da dire, se non esibirsi in una patetica lamentela: per due battute sul Papa, da sei anni non lo chiamano al Primo Maggio… come se poi salire su quel palco ed esibirsi in insulti più o meno gratuiti contro i soliti (se non è il Papa è Berlusconi, il repertorio è quello), fosse un diritto acquisito… Prendo una stradina laterale e mi immetto su via del Corso: altri drappelli di reduci, che stavolta arrivano direttamente dal comizio di Berlusconi: bandiere arrotolate, spillette, magliette… La sensazione è la stessa: reduci. Gente fuori dalla realtà, che continua disperatamente ad aggrapparsi alle ideologie o agli uomini, pensando che possano ancora offrire la soluzione ai loro problemi… nonostante i volti e i principi siano sempre gli stessi, ampiamente sperimentati e rivelatisi fallimentari… eppure sono ancora lì, a cullare i sogni di gloria offertigli dal ‘sol dell’avvenire’ o da ‘Silvio aiutaci tu’. Non so se mi abbiano fatto più pena gli uni o gli altri, i ‘sinistrati’ o i ‘berlusconiani’, mi sembra gente fuori dal tempo, incapace di un minimo pensiero critico, di un’analisi compiuta, le menti obnubilate da una bandiera rossa o dal ‘meno male che Silvio c’è’…

14 responses to this post.

  1. Sono d’accordo su quel che dici. Il punto è che non è neppure un discorso qualunquista. La nostra (mi ci metto anche io nel tuo pensiero) è un’analisi critica della realtà. Non so se hai letto l’editoriale di Scalfari, la sua prima parte è totalmente condivisibile, e mi ha ricordato le analisi di James Hillmann sul senex.

    Ho visto comunque in diretta via sky il comizio Berlusconiano. Oltre a offendere chi lo supporta, non ha giunto niente di costruttivo. Anzi solo la volontà di cambiare la normativa per un’elezione diretta del capo dello stato, moderato. (cioè lui stesso!).

    Rispondi

    • Non leggo Repubblica, non so cos’abbia detto Scalfari… Berlusconi non lo ascolto più, tanto dice sempre le solite cose… La mia più che un’analisi è un’impressione diretta: insomma, giri in centro a Roma e ancora vedi ‘ste bandiere, senti snocciolare i soliti slogan… la cosa lascia più che mai perplessi…

      Rispondi

  2. Posted by fulvio on 25 marzo 2013 at 16:16

    Consideri i primi dei dinosauri di un era passata e i secondi degli illusi,ma allora dove dobbiamo volgere lo sguardo,forse a Grillo che sberleffa tutti e tutto con successo,perche criticare è molto facile ma proporre non lo è altrettanto.

    Rispondi

    • @Fulvio: hai ragione, staremo a vedere. ai rappresentanti del MoVimento Cinque Stelle va dato quanto meno il beneficio del dubbio: sono arrivati solo da qualche settimana, non sono vent’anni che girano…

      Rispondi

  3. Posted by luigi on 26 marzo 2013 at 07:26

    ho avuto la malaugurata idea di vedere tempo fa un comizio di Grillo..e tra un vaffanculo, siete morti, arrendetevi ed epiteti vari per ciascun politico, ho visto il peggio del populismo, oltre Berlusconi, e ce ne va eh?? e sotto il palco, l’esercito muto che si beveva ogni parola del messia ligure…come il film THE WALL..ricordi??
    è meglio questo????

    Rispondi

  4. hai visto i figuranti del nano…

    Rispondi

  5. scusa, sai che provoco, ma non trovi che anche per i manifestanti di M5S ai comizi di Grillo sia più o meno la stessa cosa?

    Rispondi

    • @Red: per niente proprio. Ho usato il termine ‘reduci’, perché in questo caso siamo di fronte a gente che non s’arrende nemmeno davanti all’evidenza di decenni fallimentari; da una parte Berlusconi, che da 20 anni dice sempre le stesse cose, senza aver mai portato nulla a termine (ed escludo per principio quelli che stavano lì per la gita pagata); dall’altra una Piazza Santi Apostoli dove per bandiere e parole anziché nel 2013 sembrava di essere nel 1977… I sostenitori del MoVimento Cinque Stelle hanno invece tutti i motivi per poter sperare, visto che si tratta di una forza nata solo da qualche anno ed entrata in Parlamento da poche settimane: ha ancora tutto da dimostrare, vedremo se e quanto realizzerà, ma in tutti i casi non può certo essere paragonata a chi negli ultimi vent’anni si è dimostrato totalmente incapace…

      Rispondi

      • tu dici sperare, io dico illudersi.
        messa così, anche se i sostenitori di M5S sono “newbie” e non reduci, la questione non cambia.
        interpretazione personale, ovviamente

      • Ok, gli elettori e i seguaci dell’M5S sono degli illusi, quelli del PDL e ingroia dei reduci, in Italia gli unici ‘eletti’, ‘responsabili’ ‘spiriti elevati’ ‘iperintelligenti’ sono quelli che votano PD, ovviamente…

      • …questo l’hai detto tu, non io 😉

      • 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: