QUANDO VADO A VOTARE

…eppure,  a prescindere da tutto, per me il voto è sempre sentito: apro il cassetto, prendo la tessera elettorale, mi avvio al seggio (che peraltro è  situato nella scuola dove io ho fatto tre anni di elementari e cinque di Liceo… si, lo so, in effetti è strano, ma non vi sto a raccontare tutta la storia), entro, consegno tessera e carta d’identità, prendo matita e schede, barro le croci, piego (il gesto di piegare in effetti mi dà molto gusto) e poi via, con un ‘buon lavoro’ a chi deve stare lì dalla mattina alla sera… se volete è una sorta di ‘liturgia’, dove i gesti si ripetono sempre uguali, sempre gli stessi… Una di quelle cose che rimanendo sempre le stesse non ti danno un’idea di ‘vecchio’, ma di una di quelle tradizioni consolidate che è bene restino tali… ti dà quasi un senso di sicurezza, che il tempo passi ma al momento di andare a votare i gesti restino sempre gli stessi…  Ecco, quando vado a votare, mi sento un pò così:

 

 

P.S. Che poi oggi è stata una giornata veramente ‘particolare’: stamattina in Piazza San Pietro a ‘salutare’ Ratzinger, un pò per dire ‘c’ero anch’io’, un pò per un omaggio e un segno di rispetto veramente sentito…e poi in fondo, io sono credente, anche se a modo mio e insomma, alla fine noi romani magari manco ci pensiamo, il Papa lo diamo per scontato, è un’abitudine… ma alla fine l’abbiamo solo noi… ;-D E, dulcis in fundo, è pure il decennale della morte di Alberto Sordi…

Pubblicità

4 responses to this post.

  1. ma come proprio tu che hai dato il tuo voto al partito del ‘siamo tutti in rete’?

    sherasulPapasurvoloxchènondimia(im)pertinenza

    Rispondi

  2. anche a me piace un sacco piegare le schede… e quando c’erano i seggi in legno con il piano d’appoggio sempre in legno adoravo guardarli in controluce e mi facevo da sola i mie instant poll.. rimanevano ben evidenti tutti i segni che mi avevano preceduto…
    questa la ricorderò x la fitta nevicata che mi ha accompagnata…

    Rispondi

  3. io quando voto controllo otto volte che il simbolo sia quello giusto, tentenno un attimo ancora per controllare e dopo ricontrollo mille volte che il voto non sia annullabile….

    e ovviamente un “buona giornata” ai colleghi scrutatori, cui va un pò di gratitudine per lasciarci realizzare questo esercizio democratico

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: