CACTUS, “MAI PERSONAL MOOD” (FOREARS RECORDS)

Prima prova sulla lunga distanza per i pugliesi Cactus, nome scelto per rimarcare il proprio ‘resistere’ su un territorio musicalmente non troppo fertile. Il quintetto inanella dieci brani, all’insegna di un synth-pop dai riflessi cantautorali.

Un disco reso dinamico non solo dai battiti spesso incalzanti impostati da programmazione elettronica e synth, ma anche dalla varietà di suggestioni che si susseguono nel corso: sul disco aleggia, prevedibilmente, l’influenza dei Subsonica, ma il discorso si allarga, coinvolgendo chitarre wave, mostrando una sottile ascendenza con band come Gang of Four, o all’opposto sfiorando appena derive spaziali, oppure ancora puntando sull’intensità di certe parentesi più rilassate, dalla vena quasi trip hop, all’insegna delle varie ‘tinte’ acquisite dal ‘mood personale’ cui si riferisce il titolo.

Un lavoro che scorre via leggero e gradevole, sostenuto da una scrittura forse ancora un filo acerba, ma che sembra comunque aver imboccato la strada giusta.

Le potenzialità sembrano dunque esserci e al termine dell’ascolto si resta curiosi per gli ulteriori sviluppi…

IN COLLABORAZIONE CON LOSINGTODAY

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: