EMBER SCHRAG, “THE SEWING ROOM” (SINGLE GIRL MARRIED GIRL)

Cresciuta nel Nebraska, adottata da una famiglia di ferventi cristiani, avendo a che fare con predicatori e profeti autoproclamatisi tali, Ember Schrag giunge con “The Sewing Room” al secondo capitolo sulla lunga distanza della propria biografia musicale, cui si aggiunge una piccola costellazione di Ep, cassette, partecipazioni a compilation.

Dodici brani, dai quali emerge con forza tutto il portato dell’essere cresciuta nel profondo Midwest; gombrando subito il campo da equivoci: non siamo di fronte a un disco di ‘rock cristiano’; la formula è invece quella di un tradizionale cantautorato di matrice folk, condito con spezie indie che in parte riconduce al cosiddetto ‘alt.country’. Tinte crepuscolari e un’essenzialità di suoni che non impedisce a Schrag di farsi accompagnare da un nutrito drappello di musicisti ospiti.

A dominare la scena è naturalmente l’intepretazione della cantante, dai toni leggeri e sfumati, con una nota di disincanto, interpretando testi – e qui torniamo al discorso delle proprie radici – che spesso assumono il sapore di narrazioni bibliche: storie minime dalle quali emerge, con forza, una sorta di ‘epicità del quotidiano’.

Un disco da assaporare, dal quale farsi quasi cullare nel silenzio di una gelida giornata invernale.

IN COLLABORAZIONE CON: LOSINGTODAY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: