IN RICORDO DI ALESSANDRA MALDIFASSI (1971 – 1993)

che cantava questa canzone

 

e la cui vita è finita troppo presto, ormai tanti anni fa. L’ho saputo solo pochi giorni fa e questa scoperta mi ha portato un’ondata di tristezza e un senso di perdita che raramente ho provato in passato, anche per ‘mancanze’ più vicine a me. Non saprei nemmeno io il perché, anche considerando che il fatto è successo così tanto tempo fa: forse perché mi figuro questa bimba a cantare felice la sua canzone, assieme ai suoi amichetti delle Mele Verdi, il futuro davanti a sè, quasi una mia coetanea… E invece quel futuro le è stato in grandissima parte negato, quanta strada non percorsa. Al fondo delle cose probabilmente c’è il senso di una grande ingiustizia: nessuno dovrebbe terminare la propria vita così presto, per nessun motivo. Eppure, succede. Chi rimane si chiede perché, senza riuscire a trovare una cavolo di risposta, se non quello della nostra precarietà a fronte di eventi che avvengono in maniera del tutto casuale, capitando qua e là… e ci resta solo un senso di perdita, e l’angoscia dell’inspiegabile…

48 responses to this post.

  1. Spiace sempre quando una giovane vita cessa il suo percorso.

    ps.
    Mi aspettavo un tuo post sul trionfo degli italiani agli europeri di nuoto… ; )

    Rispondi

    • @Smile: si, ma nonostante li abbia seguiti, non ho trovato lo ‘stimolo’: sarà che gli Europei nelle annate olimpiche sono sempre un pò sotto tono, un ‘antipastino’, con molti atleti sotto carico in vista dell’altro appuntamento, più importante…😉

      Rispondi

  2. Io invece ho saputo della sua morte oggi leggendo un commento su YouTube, e ho postato sul mio profilo Facebook il video che Le Mele Verdi avevano registrato cantando “Pat la ragazza del baseball”:

    Anche a me ha fatto commuovere la triste notizia.

    Rispondi

  3. Posted by Super Fun on 4 settembre 2012 at 17:55

    Grandi e bellissimi ricordi di quand’ero piccolo e spensierato , vedevo questo cartone animato e non mi perdevo mai la sigla sia di apertura che di chiusura. La sigla sia per il testo , per la melodia e le voci è semplicemente fantastica! IL mio pensiero “và veloce come il vento” al ricordo di Alessandra che ci ha lasciato troppo presto! Del suo decesso ne son venuto a conoscenza da poco e pensando al tempo che è passato senza saper nulla di tutto ciò ora che ho 33 anni rimango senza parole!
    Grazie Alessandra , per la tua bella voce da solista che trasmette forti emozioni…sarò sempre un tu fun come lo son sempre stato da decenni ad oggi!

    Classe 1979 presente !

    Rispondi

  4. Posted by luca on 3 marzo 2013 at 11:59

    una grande alessandra maldifassi devo dire che io con queste sigle sono cresciuto con lei mi spiace che se ne sia andata cosi giovane alessandra aveva ancora molto da dare secondo me

    Rispondi

  5. Posted by maurizio cappetta on 16 marzo 2013 at 00:04

    mi dispiace anche a me che morta ma come e morta di che malattia non mi perdevo un episodio di pat .

    Rispondi

  6. E si’ cosi’ è davvero una ingiustizia …Ho risentito questa canzone ancora prima di sapere della sua disgrazia e mi è venuto il magone di quando avevo si e no 6 8 anni …E’ pensare che Domenica sono andato a trovare un amico della mia eta’ 36anni morto in moto nel 2006 “29 anni” e li vicino c’era pura la ragazza di Genova deceduta a 23 anni per tumore al cervello….. Niente da aggiungere solo il fatto che spero che dove siano ora sia meglio che in questo inferno…..

    Rispondi

  7. Io l’ho saputo solo oggi invece, della morte di Alessandra, e credimi, condivido quello che hai scritto: pure io sono triste! Amavo questa canzone, amavo questa voce e sapere che è morta, seppure non l’ho neanche mai vista, bè mi rende triste.

    Rispondi

  8. Posted by Alec on 9 agosto 2013 at 17:10

    Io l’ho saputo oggi e mi dispiace comunque. Era una delle canzoni dei cartoni animati che seguivo, anche se non ricordo gli episodi e la storia.
    Mi piaceva sentirla cantare come anche tutt’ora, peccato che non ci sia più, aveva solo 22 anni.

    Classe 1986 presente

    Rispondi

  9. Posted by simone boldrini on 11 marzo 2014 at 00:20

    sapete mica dove riposa Alessandra? mi piacerebbe portarle un mazzo di fiori…

    Rispondi

    • Purtroppo non ne ho idea…

      Rispondi

      • Posted by simone boldrini on 11 marzo 2014 at 20:33

        si ho contattato anche qualcuno del sito delle m.v. mi dicono che e’ in un cimitero di milano e che la famiglia ha deciso di non rendere pubblico per chiari motivi di privacy.

  10. Posted by william on 1 ottobre 2014 at 14:33

    Era una ragazza d’oro…l’ho conosciuta al liceo e frequentata per tanto tempo……la sua scomparsa ancora oggi mi rende triste……so dove si trova ma rispetto la privacy della famiglia.Meglio ricordarla per quello che ha fatto e per la purezza che trasmetteva….ciao Alessandra,il tuo carissimo amico william

    Rispondi

  11. Posted by Adriano on 28 novembre 2014 at 13:17

    Grazie a tutti per ricordare con così commuoventi parole la figura di mia figlia Alessandra io sono Adriano il padre , Alessandra non riposa in un cimitero di Milano ma è nella cappella di famiglia in provincia di Pavia, non posso ora dare la località precisa senza l’autorizzazione degli altri comproprietari.

    Rispondi

    • La ringrazio per il suo intervento. Il ricordo di sua figlia Alessandra, nelle canzoni che lei interpretava è molto vivo nella generazioni di chi adesso ha 30- 40 anni. Si tratta di ricordi d’infanzia cui tutti restano affezionati. Ho scritto questo post ormai oltre due anni fa, ma periodicamente ci sono persone che arrivano qui e lasciano il loro ricordo, segno che Alessandra la ricordiamo con affetto in tanti, anche se l’abbiamo conosciuta solo attraverso la sua voce e le sue canzoni.

      Rispondi

    • se anche oggi, 9 marzo 2016, qualcuno pensa a Sua figlia, e rende omaggio alla Sua memoria, rivolgendosi al padre, vuole dire che quella ragazza ha lasciato un segno che permane. Un saluto rispettoso al Signor Adriano. Io, nato nel 1973, sono commosso doppiamente, perché sono sopravvissuto alla stessa malattia, alla fine degli anni ’70. Nel futuro, con i miei figli, a cui ho iniziato a fare ascoltare le mele verdi, desidero portare un fiore sulla tomba di Alessandra.

      Rispondi

    • Posted by Alfonso D'Auria on 11 marzo 2016 at 09:36

      Sig Adriano non ci sono parole x descrivere la tristezza che mi assale in questi giorni dopo aver appreso la notizia di Alessandra.Chi come me ha nostalgia di quei tempi magici quasi incredibili se ripensandoci oggi, mi può capire e come vedo non sono il solo. Non sono riuscito a rimanere indifferente ed ho voluto scriverle. Chi ha avuto la fortuna di vivere quei tempi ha anche la sfortuna di rimpiangerli x tutta la vita. Porti un fiore ad Alessandra da parte mia. Alfonso,classe 84
      ( su facebook, Al Fonso)

      Rispondi

    • Posted by Angelo posabello on 26 aprile 2016 at 19:32

      Signor Adriano buona sera.ho saputo della scomparsa di alessandra appunto ieri sembra inverosimile.nn conoscevo sua figlia guardavo quel cartone solo per sentire le sigle iniziale e finale.deve essere stata veramente una persona straordinaria se dopo quasi 25anni ci sono persone che la ricordano.mentre le scrivo mi e’ scesa una tristezza nel cuore solo al pensiero che quel fiore nn c’e’ piu”.la saluto e le do un abbraccio.abito molto lontano da Pavia mi creda vorrei solo per un istante vedere il mondo di Alessandra.un abbraccio forte.ciao ale

      Rispondi

  12. Posted by Davide on 4 dicembre 2014 at 02:19

    Ragazzi, Adriano, Alessandra, siamo tantissimi…

    Rispondi

  13. Posted by Davide on 4 dicembre 2014 at 02:21

    Io ho saputo da anni e penso spesso ad Alessandra… come ad un’amica

    Rispondi

  14. Posted by Guglielmo on 24 dicembre 2014 at 01:30

    Leggere il commento del papà Adriano mi ha emozionato. Da brividi. Penso che ogni nostro post sia una conferma ulteriore che Alessandra vive nei ricordi di tutti noi. Personalmente ho saputo 2 giorni fa della sua scomparsa, la cosa mi ha dato una malinconia enorme e mi ha lasciato un senso di ingiustizia addosso. Adriano la abbraccio forte. Senza aggiungere altro se non una preghiera per il suo angelo.

    Rispondi

  15. Posted by francesco on 1 marzo 2015 at 12:02

    Ho saputo di Alessandra pochi giorni fa mentre ascoltavo sigle di cartoni su youtube.. Non ho parole x descrivere la tristezza e la malinconia che ho provato.. Mi dispiace infinitamente..!!!..
    Ho 39 anni, sono quasi un suo coetaneo, e sapere che una ragazza se ne è andata cosi presto fa provare un senso di ingiustizia infinito..
    Ringrazio Alessandra x le emozioni che mi ha regalato quando ascoltavo la sigla di “Pat”…
    Adesso ogni volta che canteremo Pat, Alessandra vivrà nei nostri ricordi.
    Risposa in pace, piccolo Angelo… qui c’è un’intera generazione che ti porta nel cuore.

    Rispondi

  16. Posted by Maurizio on 8 marzo 2015 at 14:17

    Io l’ho saputo in tempi recenti, ricordo benissimo la sua voce nelle canzoni che ascoltavo da piccolo e che mi hanno regalato un’infanzia dolcissima io sono della classe 1981, grazie Alessandra.

    Rispondi

  17. Posted by Gianluca on 14 marzo 2015 at 23:33

    Ricordo ancora il momento in cui, all’incirca sei anni fa, appresi del triste destino della dolcissima Alessandra… Sentii le lacrime sgorgare spontanee, non riuscii a trattenerle, vinto da un senso di profonda ingiustizia: lei, la ragazza che cantava una delle mie sigle preferite, se n’era andata nel fiore degli anni, portando con sé la purezza di quei giorni così lontani, spensierati…
    La sua tenera voce da bambina ci rimanda in un istante ai pomeriggi passati a fare merenda guardando i nostri cartoni preferiti, prima di uscire a giocare a pallone con gli amici, un tempo in cui si poteva essere bambini fino in fondo, troppo ingenui forse, ma semplicemente bambini… Un tempo immortalato nei suoi splendidi vent’anni.

    Rispondi

    • Posted by francesco on 16 marzo 2015 at 18:15

      Davvero delle bellissime parole, Gianluca…
      Mi sono commosso ancora di più leggendole..
      Come ho scritto su, Alessandra vivrà x sempre nei cuori di un’intera generazione..
      Ciao piccolo angelo.

      Rispondi

      • Posted by Gianluca on 17 marzo 2015 at 21:30

        Ti ringrazio Francesco…
        Concordo pienamente, le voci di Alessandra e delle Mele Verdi, così come quelle dei Cavalieri del re e di Georgia Lepore, hanno allietato la nostra infanzia lasciando in ciascuno di noi una traccia indelebile… Almeno per quello, possiamo definirci una generazione fortunata.

        Per chi non l’avesse mai ascoltata:

  18. Posted by Agata on 9 aprile 2015 at 19:57

    Mi chiamo Agata e sono anche io nata nel 1971. Da poco tempo abbiamo saputo io e la mia famiglia della morte di Alessandra. Conoscevo molto bene il gruppo delle mele verdi e tutte le loro canzoni dei nostri cartoni preferiti e concordo pienamente con ciò’ che ha scritto sopra un ragazzo, che ai nostri tempi si era bambini fino in fondo. Al signor Adriano, papà’ di Alessandra e alla sua famiglia un grandissimo abbraccio da me, mio marito Gianluca e mia figlia Silvia.

    Rispondi

  19. Posted by Agata on 9 aprile 2015 at 20:32

    Mi chiamo Agata e anche io sono nata nel 1971. Da poco io e la mia famiglia abbiamo saputo della morte di Alessandra e ci dispiace molto. Conoscevo molto bene il gruppo delle mele verdi e tutte le loro canzoni, dei nostri cartoni preferiti. Concordo pienamente con quello che ha scritto sopra un ragazzo, che ai nostri tempi si era bambini fino in fondo è che difficilmente torneranno quei tempi. La canzone che Melody Castellari ha dedicato al gruppo e in particolare ad Alessandra e’ stupenda. Al signor Adriano, papà’ di Alessandra e alla sua famiglia un grandissimo abbraccio da me, mio marito Gianluca e mia figlia Silvia.

    Rispondi

  20. Posted by Pinky1977 on 9 maggio 2015 at 21:31

    CARA ALESSANDRA ANCHE SE NON TI HO CONOSCIUTO MI SAREBBE PIACIUTO DIVENTARE TUA AMICA, ADRIANO GRAZIE PER AVERE MESSO AL MONDO ALESSANDRA!! UN ABBRACCIO A TE E ALLA TUA FAMIGLIA DA LUCIA E FIDANZATO

    Rispondi

  21. Posted by Francesco on 24 maggio 2015 at 23:03

    Vivrà la sua anima nei nostri cuori attraverso la sua voce

    Rispondi

  22. Posted by Adriano on 25 maggio 2015 at 13:59

    Anche se lei non è tra noi ma voi tutti siete lei.
    grazie Adriano

    Rispondi

    • Posted by francesco on 26 maggio 2015 at 10:02

      Caro signor Adriano,
      grazie a lei per queste bellissime parole.
      Un abbraccio a Lei e famiglia da parte di un’intera generazione, oggi 40enni.
      e una Preghiera per il suo Angelo.

      Francesco.

      Rispondi

      • L’emozione che danno le sue parole e la voce di Alessandro con quella fantastica sigla di Pat sono motivo di grande forza e gioia per tutti noi.. e cito una frase di Walter Theodor Adorno: “Non si tratta di conservare il passato ma di realizzare le sue speranze”… la voce e la canzone cantata splendidamente da Alessandra oggi sono attraverso noi che la ricordiamo la realizzazione della sua bravura e della sua bellezza… splendida è in una foto trovata in internet, scattata forse non molto tempo prima che ci lasciasse… Che possa riposare in pace e continuare a vivere in noi attraverso la sua voce!!! Grazie!

    • Posted by edoardo on 23 marzo 2016 at 19:27

      buonasera sig. adriano,ieri con la mia compagna cercavamo sigle di cartoni,ed ascoltando pat,ho appreso della prematura scomparsa di alessandra… capirà,ho 38 anni e sono cresciuto con quei cartoni e quelle sigle,e da ieri un senso di tristezza mi riempie il cuore. ho pregato per la sua bambina,e la prego di deporre un fiore da parte mia… grazie. edoardo pacces

      Rispondi

  23. Posted by Luigi on 29 giugno 2015 at 18:19

    Io l’ho saputo pochi giorni fa della sua scomparsa. Come ? Stavo canticchiando la sigla di Pat, forse preso dalla nostalgia della meravigliosa infanzia passata. Sono un classe 80
    Così curiosando sul web, cercando di capire di chi fosse quella dolce voce, ho fatto la terribile scoperta. Non so perchè, ma la cosa oltre che intristirmi mi ha profondamente scosso. Quello che piu’ mi ha colpito è che se ne andata già da tanto tempo e se ci penso sembra irreale. La sua dolce voce ha segnato una parte della mia infanzia. Grazie Alessandra.

    Rispondi

  24. oggi ho nuovamente ascoltato la canzone ‘Pat ragazza del baseball’….ogni tanto mi capita di gironzolare su youtube e cercare sigle dei cartoni animati,così per ricordare….come sempre,appena Alessandra ha cominciato a cantare,le lacrime hanno cominciato a scendere…mi da’ tanta tristezza pensare che quella dolce ragazzina,mia coetanea,che canta allegramente coi suoi compagni di avventura,piena di aspettative per il futuro,sia volata tra gli angeli così presto….’anch’io vorrei giocare con gli amici miei
    dopo la scuola ritrovarci in mezzo a un campo
    lanciare, correre, ribattere in un lampo
    sentirmi grande, forte, eroe come sei tu’….e a nche le parole della canzone mi commuovono,dolce testimonianza di quella che è stata la nostra infanzia,semplice e spensierata…..grazie

    Rispondi

  25. Posted by andrea on 11 luglio 2015 at 19:29

    CHE TRISTEZZA UN BACIO ALESSANDRA SEI SEMPRE VIVA NEI NOSTRI RICORDI

    Rispondi

  26. Posted by Roberto on 2 agosto 2015 at 12:36

    Un Groppo alla Gola ed Una Lacrima … Questo e quello che spontaneamente ho percepito dopo aver letto questo Post su YouTube un Grande Abbraccio a Papa’ Adriano e la Famiglia Intera ed un Grazie ad Alessandra x le Giornate di Gioia che mi hai Donato:)
    Roby

    Rispondi

  27. Posted by claudio david on 11 agosto 2015 at 16:07

    Purtroppo solo ora ho appreso della morte della DOLCISSIMA ALESSANDRA…. Volevo ascoltare Pat e mentre la canzone andava leggevo i commenti di tutti che parlavano di Ale che se ne era andata. Non ci volevo credere… Ancora mentre scrivo non riesco a smettere di piangere … Grazie ALE x tutte le emozioni che ci Hai fatto e ci fai provare ancora oggi… R. I. P. GRAZIE ANCORA!!!!!!!!! Claudio

    Rispondi

  28. Posted by Alessandro on 6 novembre 2015 at 23:42

    La tua voce era il preludio dei nostri sogni animati e ancora oggi torna forte, come allora, a regalarci un’infinita lietezza . Ti ringrazio Alessandra .
    Un abbraccio ai tuoi cari .

    Rispondi

  29. Sononclasse 82 ed ho tremenda nostalgia per la mia infanzia e quegli anni così spensierati, colorati e sani. Vivevamo la nostra età in maniera leggera e pulita, ma soprattutto nella nostra ingenuità facevamo un qualcosa che le generazioni di oggi non fanno: sognavamo. Le mele verdi con le lori canzoni erano un viatico per tutto ciò e un modello di vita, ma soprattutto amici di pomeriggi interi prima di uscire di casa e continuare a giocare spensierati. Personalmente sono sempre stato legato a Stefania Mantelli ed Alessandra Maldifassi; della prima mi colpiva l’estro, della seconda la dolce timidezza. In un attacco di nostalgia per tutto questo ho ricominciato a cercare le vecchie sigle imbattendomi in un video di “Pat” e nella sua stupenda coreografia che mi ha fatto pensare a quanti sacrifici facevano quei bambini e le loro famiglie, il tutto per un fine disinteressato e pulito, per la sola gioia di farlo, a differenza di alcune trasmissioni di oggi per le quali provo pena nel vedere come si cerchi di strappare bambini alla propria infanzia in nome di assurdi paragoni con cantanti professionisti. Purtroppo nell’occasione ho anche appreso la triste notizia di Alessandra e in un attimo le lacrime di gioia dettate dalle sigle si sono tramutate in lacrime di dispiacere per una dolce e timida amica che troppo presto ci ha lasciato. Ma non è retorica dire che lei vivrà nei nostri cuori e nelle sue canzoni. Bellissimo a proposito anche il tributo di Melody Castellari con la canzone “Angeli”; ci vorrebbero piu iniziative per ricordare questo gruppo fantastico.
    Ciao Alessandra, R.I.P. piccolo angelo.
    Al papà Adriano e alla famiglia tutta un caloroso abbraccio. Siamo in tanti a sentire spontaneo il desiderio di lasciare un fiore o una lettera ad Alessandra ma il rispetto del vostro dolore prima di tutto.

    Rispondi

  30. Posted by paolo on 21 novembre 2015 at 23:35

    Che tristezza. Sono un classe 1972 e ascolto spesso sigle dei cartoni anni80. Sono rimaste nel cuore ed evocano ricordi piacevoli e spensierati. Ma apprendere che questa ragazzina con la sua bella voce se ne è andata così, già da tanti anni, lascia veramente un senso di amarezza! Riposi in pace.

    Rispondi

  31. Posted by andrea on 24 febbraio 2016 at 20:01

    Che brutta notizia ! Una voce che non dimenticheró mai .Ciao Alessandra ! Un bacione da Marostica(VI) !

    Rispondi

  32. se anche oggi, 9 marzo 2016, qualcuno pensa a Sua figlia, e rende omaggio alla Sua memoria, rivolgendosi al padre, vuole dire che quella ragazza ha lasciato un segno che permane. Un saluto rispettoso al Signor Adriano. Io, nato nel 1973, sono commosso doppiamente, perché sono sopravvissuto alla stessa malattia, alla fine degli anni ’70. Nel futuro, con i miei figli, a cui ho iniziato a fare ascoltare le mele verdi, desidero portare un fiore sulla tomba di Alessandra.

    Rispondi

  33. Posted by Alfonso D'Auria on 11 marzo 2016 at 20:52

    Non so il perchè (o forse si) ma da quando ho saputo questa notizia (pochi giorni fa) sto veramente male come se avessi perso una persona molto cara.. e ammetto anche di piangere più di qualche volta… ma come vedo non sono il solo.. ricordi di un epoca meravigliosa dove tutto era più bello, un mondo che chi l ha vissuto porterà sempre dentro se stesso, rimpiangendoselo a vita. Quello era il mio mondo quella era la mia gente..Al Fonso classe 84

    Rispondi

  34. Come posso dimenticare la sigla che mi risuona ancora in mente…Continuo a guardare il video insieme alle altre bambine delle Mele Verdi e non posso crederci che ormai è scomparsa da più di 20 anni……Nei nostri ricordi è sempre viva…Grazie Alessandra per la tua splendida voce…..Mario…classe 1978

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 181 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: